Il consolidamento delle murature e l’ingente operazione di ripristino e allestimento degli ambienti interni della Rocca di Gradara sono stati realizzati tra il 1921 e il 1923 per volontà dell’ingegnere Umberto Zanvettori, il quale ha ricreato uno stile tipico delle residenze tra Medioevo e  Rinascimento, proponendo ambienti che non solo si richiamano alle abitazioni private ma anche alle sale dei palazzi pubblici.

L’arredo teatrale e scenografico è stato accuratamente scelto dallo stesso Zanvettori che acquistò sul mercato antiquario numerosi reperti di importante valore, così come preziosi sono i tessuti e le decorazioni dipinte che rivestono le pareti.

Cortile

Sala di Tortura

  • Sala del Mastio

Sala del Mastio

Sala di Sigismondo e Isotta

Sala della Passione

Sala Malatestiana

Camerino di Lucrezia Borgia

Sala del Leone Sforzesco

Sala del Cardinale

Sala dei Putti

Sala Rossa

Sala del Consiglio

Camera di Francesca

Sala di Giustizia

Loggiato

Anticappella

Cappella

Corpo di guardia

PERCORSO DI VISITA