Sala di Giustizia

La Sala di Giustizia prende il suo nome dal grande rilievo ligneo ivi presente che raffigura I sette arcangeli. Si pensa che in questo ambiente fosse presente un pozzo a rasoio e che la sala fosse utilizzata per amministrare la giustizia. La decorazione è stata eseguita negli anni venti del Novecento e presenta ricchi motivi decorativi legati iconograficamente alla  sua funzione, mentre il camino in pietra reca una lunga iscrizione: “QVESTO. SOLE. P.TVTO. LOMONDO.LVCE.ON/NI COSA.SOPRA ALA TERA CONDVCE”, con il monogramma IHS al centro.

Nella sala è presente la pala di Giovanni Santi, Madonna in trono con il Bambino tra i santi Lorenzo, Sofia, Michele arcangelo e Giovanni Battista, datata e firmata 1484, proveniente dalla locale chiesa di Santa Sofia, con la santa che sorregge il modellino di un’antica rappresentazione di Gradara.

OPERE

I sette arcangeli, rilievo in legno policromo e decorato, scultore tedesco o altoatesino, sec. XV-XVI
Giovanni Santi, Madonna in trono con il Bambino tra i santi Lorenzo, Sofia, Michele arcangelo e Giovanni Battista, 1484